Ognuno di noi è re di qualcosa, alla ricerca di una stella

Sonetto dei Re magi

Perdettero la stella, una sera.

Perché si perde una stella?

Per averla troppo guardata…

I due re bianchi, che erano saggi di Caldea,

tracciavano in terra cerchi, con il bastone.

 

Facevano calcoli, si grattavano il mento.

Ma la stella era svanita, come svanisce un’idea

e quegli uomini , la cui anima aveva sete d’essere guidata

piansero, drizzando le tende di cotone.

 

Il povero Re nero, invece, disprezzato dagli altri si disse

“Pensiamo alla sete che non è la nostra,

bisogna comunque dare da bere agli animali”.

 

E, mentre teneva il  secchio per il manico,

nell’umile cerchio di cielo dove bevevano i cammelli

egli vide la stella d’oro, che danzava in silenzio.

 

(“Sonnet des Rois Mages”, da ‘Panache et Tourment’, 1918)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...